Nel pomeriggio di ieri, ad Imperia, personale della Squadra Volante della Questura, nel corso degli ordinari servizi di controllo del territorio, ha proceduto, d’iniziativa, alla individuazione e alla successiva identificazione di due extracomunitari che transitavano appiedati, per le vie del centro di Oneglia.
Sottoposti a primi accertamenti, nella disponibilità dei due giovani sono stati rinvenuti numerosi attrezzi ed oggetti atti allo scasso; in particolare alcune pinze in acciaio presumibilmente utilizzate per forzare le fascette in plastica poste a sostegno delle comuni placche antitaccheggio presenti in alcuni esercizi commerciali.
A.S., classe ’97, cittadino tunisino e M.A., classe ’99, connazionale, sono stati accompagnati presso il Locale Gabinetto di Polizia Scientifica e sottoposti alle procedure di fotosegnalamento.
A.S., gravato da numerosissimi precedenti penali, era il responsabile della rapina aggravata consumata in danno di un supermercato di Via Littardi.
La posizione del giovane, tratto in arresto dal Dirigente dell’U.P.G.S.P. della Questura di Imperia, lo scorso 18 novembre, sottoposto agli obblighi di firma, unitamente al connazionale, M.A., incensurato, è al vaglio dell’Ufficio Immigrazione della Questura che provvederà a verificarne la posizione sul territorio nazionale.