I militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Roma, coordinati dalla Procura della Repubblica capitolina, hanno concluso le indagini che nel 2014 avevano già condotto all’arresto, eseguito dal Nucleo di Polizia Tributaria e dal Nucleo Investigativo dei Carabinieri di Roma, dell’allora Presidente della Agenzia Spaziale Italiana, di due funzionari (fratello e sorella) e di un imprenditore coinvolti in gravi vicende di corruzione per atti contrari ai doveri d’ufficio.
Le attività investigative, che hanno portato nei giorni scorsi alla notifica dell’avviso di conclusione indagini preliminari, riguardano 13 persone, a vario titolo indagate per i reati di corruzione, abuso d’ufficio, emissione e utilizzo di fatture per operazioni inesistenti e occultamento o distruzione di scritture contabili.