Fioriture di mille colori, immagini di bellezza che la natura ci ha donato per contrastare quelle di distruzione del terremoto.
Questo è il tema centrale della mostra “Castelluccio di Norcia – Un prezioso fiore nel cuore dell’Italia”, in calendario a Genova, dal 23 al 29 marzo, e che sarà ospitata dalla Galleria Il Vicolo, in Salita Pollaiuoli, 37.
L’evento, organizzato dall’associazione nazionale AIDDA, unione di imprenditrici e donne dirigenti d’azienda, in collaborazione con la Maison Daphnè di Sanremo, sarà occasione di promuovere una raccolta fondi per il progetto “Castelluccio di Norcia”, che contribuirà alla rinascita di un’attività artigiana o di un’impresa femminile umbra, attraverso la rete di AIDDA.

Nel corso della mostra sarà possibile acquistare un foulard di seta, realizzato in esclusiva e che rappresenta la bellezza della natura e del paesaggio di Castelluccio di Norcia, che è stato fortemente danneggiato lo scorso ottobre dal terremoto.

“La nostra è un’associazione di Donne Imprenditrici e Dirigenti d’Azienda Italiane, che partecipa al ‘Femmes Chefs d’Entreprises Mondiales’, organizzazione a livello mondiale – commenta Claudia Torlasco, Vicepresidente Nazionale AIDDA. – L’Associazione ha lo scopo, tra l’altro, di difendere i diritti delle donne Imprenditrici e delle imprese famigliari in generale. Proprio in questo drammatico frangente, in cui molte attività nelle regioni Umbria-Marche-Abruzzo sono state irrimediabilmente danneggiate dal terremoto, le Socie di Aidda si sentono chiamate a portare il proprio contributo. In particolare, oltre ad aiutare l’imprenditoria femminile delle zone colpite, cosa che si sta realizzando, si vuole contribuire a sottolineare come questo meraviglioso territorio non possa essere dimenticato, ma debba essere aiutato a risollevarsi anche nella memoria, per le sue bellezze, rappresentate dalle sue splendide fioriture”.

La mostra itinerante sarà costituita da grandi e suggestive immagini del servizio fotografico, realizzato per la Maison DAPHNÉ dall’imperiese Adolfo Ranise, artista e fotografo free lance, che si è sempre prodigato per le iniziative sociali, collaboratore di molte testate giornalistiche e riviste di settore, e vincitore di numerosi concorsi fotografici nazionali ed internazionali.

“La nostra Maison è fortemente legata alla territorialità e al Made in Italy. Volevamo mostrare una collezione che celebrasse l’italianità nei colori del verde rosso e bianco – raccontano Monica e Barbara Borsotto, direttrici artistiche della Maison DAPHNÉ- Il servizio fotografico è nato dal desiderio di visitare quest’angolo incantato d’Italia, che nel nostro immaginario è stato da sempre la location perfetta per il lancio della nuova collezione dedicata ai fiori di Campo. Per una coincidenza del destino ci siamo trovati in quei luoghi appena un mese prima del terremoto e appreso quanto accaduto, abbiamo voluto fare qualcosa di concreto per aiutare Castelluccio e l’Umbria, in cui abbiamo lasciato un pezzo di cuore”.

L’evento, che ha riscosso un notevole interesse per il suo impegno sociale, ha già in programma una tappa a Milano, il 12 Maggio, nel concept store Bou-Tek e successivamente in Umbria, ma sarà possibile proporlo anche ai comuni e le associazioni, che vorranno ospitarlo.

Uno degli obiettivi prioritari di questo progetto è non solo promuovere una raccolta fondi a favore di questa cittadina devastata dal terremoto, ma anche quello di far conoscere maggiormente Castelluccio di Norcia e l’incanto del suo paesaggio unico, grazie alle suggestive immagini dello shooting, per far si che il turismo possa rinascere al più presto.

Inizia il 23 marzo a Genova la mostra “CASTELLUCCIO DI NORCIA, UN PREZIOSO FIORE NEL CUORE DELL’ITALIA”, ospitata dalla Galleria Il Vicolo, in Salita Pollaiuoli, 37 e organizzata dall’associazione nazionale AIDDA, unione di imprenditrici e donne dirigenti d’azienda, in collaborazione con la Maison DAPHNÉ di Sanremo.

Adolfo Ranise
Artista fotografo professionista, nasce ad Imperia nel 1964. La passione
per la fotografia si rivela sin da giovanissimo, ma è nel 1986 che
intraprende l’attività di fotografo che lo porta a numerose collaborazioni
con testate giornalistiche come Il Secolo XIX, la Gazzetta dello Sport, La
Riviera, Il Resto del Carlino e La Repubblica. Le sue foto vengono
pubblicate su prestigiose riviste, del settore fotografico come il mensile
Reflex, i periodici Specchio de LA STAMPA, Anna ed Eco Donna.
Contemporaneamente alla professione, svolge un’intensa attività
fotografica che lo porta nel 1991 ad ottenere il suo primo premio in un
concorso fotografico nazionale a Trento. Da allora sono tanti i premi
riconosciuti in concorsi nazionali ed internazionali, l’attività espositiva di
Ranise è sempre stata molto intensa e lo ha portato ad esporre in
diverse parti del mondo oltre che naturalmente anche in Italia.
Musica e sport sono due temi molto ricercati nei suoi scatti, è stato
fotografo ufficiale del maestro Angelo Branduardi per il quale ha
realizzato le immagini di copertina del suo ultimo cd, ed ha fotografato
grandi artisti del campo musicale, come pure nello sport, pallanuoto,
nuoto, ciclismo, motori e soprattutto la Vela sono le specialità sportive
che predilige.
La sua attività di fotografo lo ha portato molte volte ad impegnarsi anche
in iniziative benefiche come nel recente progetto dell’Associazione
AIDDA a favore di Castelluccio di Norcia, in cui le suggestive foto delle
fioriture di Castelluccio, scattate per lo shooting fotografico della Maison
DAPHNÉ di Sanremo, rendono viva la bellezza di questo angolo
incantato d’Italia, grazie al suo stile originale, che pur senza stravolgere
gli scatti originari, con una tecnica di post produzione rende le immagini
affascinanti.

Maison DAPHNÉ Sanremo
La Maison DAPHNE viene fondata a Sanremo piu di 50 anni fa da Daphné Carlo, eccellente
stilista creativa e Renzo Borsotto, creatore di profumi.
L’atelier situato in un palazzo storico (proprietà dei Duchi di Galliera nell’800) della Via
Mattteotti, a metà strada fra il Teatro Ariston ed il Casino di Sanremo è uno dei più prestigiosi
della Riviera Ligure e della Costa Azzurra, un’azienda artigiana leader nell’alta moda alla
seconda generazione, oggi diretta dalle figlie Monica e Barbara Borsotto.
L’Atelier famoso per le sue creazioni ispirate ai fiori della Riviera ed ai paesaggi della Costa
Azzurra, unisce tradizione sartoriale e moderna creatività, dando vita a collezioni uniche nel loro
genere, preservando l’arte del ricamo e le tecniche dell’alta sartoria italiana come quella del
double. Le fragranze ed i foulard dei fiori, prodotti di punta apprezzati in tutto il mondo, esaltano
la natura, i colori e i profumi della Riviera e della Costa Azzurra, con l’intento di dare emozioni,
ispirare sensazioni e comunicare messaggi. Le originali fantasie sono stampate in serie limitate
su twill di seta e costituiscono la base degli accessori firmati DAPHNÉ.
Fra le clienti dell’Atelier molte attrici e cantanti del Festival della canzone italiana di Sanremo,
oltre a personaggi internazionali, come Maria Callas e S.A.S. la Pricipessa Grace di Monaco.
Oggi più che mai le creazioni DAPHNÉ testimoniano la volontà di promuovere la qualità ed i
valori del territorio italiano, cultura, storia e radici sono la fonte principale di ispirazione.
Un’ azienda che ha fatto delle bellezze della propria terra un valore, con la capacità di
incorporare nella materia e nel prodotto un’alta dimensione estetica.

Collezione DAPHNÉ 2017 dedicata a CASTELLUCCIO DI NORCIA
UN PREZIOSO FIORE NEL CUORE DELL’ITALIA

Quest’estate abbiamo avuto modo di conoscere l’Umbria, i Monti Sibillini, e Castelluccio di Norcia,
rimanendo incantati dal paesaggio, dai colori e dai profumi di una terra incontaminata, ma
soprattutto dall’affabilità della gente che ci abita. Un’atmosfera unica, fatta di bellezza e simpatia,
disponibilità e cibo buono, che ci ha conquistato. Da anni era nostro desiderio visitare questo
luogo, noi artigiani di vacanze ne facciamo ben poche e quelle che ci permettiamo sono solitamente
di lavoro,così per unire l’utile al dilettevole, per la nuova collezione abbiamo deciso di
ispirarci a Castelluccio e alle sue fioriture, un’opera d’arte tutta naturale e soprattutto unica al
mondo, racchiusa nel cuore della nostra Italia. Il nostro staff creativo, ha lavorato diversi mesi
per creare un foulard ed un’intera collezione legata ai fiori di campo e ai colori della flora spontanea,
autentici giardini naturali. Il risultato è stato impareggiabile e la collezione, originale, allegra
e colorata doveva ormai solo essere immortalata con uno shooting fotografico ad hoc.
Obiettivo Castelluccio: le fioriture di questo angolo incantato nel nostro immaginario sono state,
fin dall’inizio, una location naturale perfetta, quasi come se avessimo creato la collezione per
avere l’opportunità di visitarlo. Otto ore di viaggio, tre giorni di intenso lavoro in una no-stop di
scatti fotografici per un risultato unico. Seppur stanchi, la sera a cena eravamo allietati dai colori
del tramonto che avvolgeva il luogo in una surreale magia.
Quando abbiamo visto le foto tutte le nostre fatiche sono state ripagate; la collezione, più di tut –
te le precedenti, rappresentava l’Italia, i suoi colori, i suoi profumi, il suo artigianato, la sua cultura
e le sue tradizioni, il vero concetto di Made in Italy. Questa collezione avrebbe dovuto portare
nel mondo i colori dell’Italia ridente perché, se si osserva bene, le tinte predominanti delle
fioriture, sono il rosso, il bianco e il verde. Invece, per i casi della vita, essa diventerà il simbolo
di un’Italia di solidarietà.
Il foulard “Le fioriture di Castelluccio” è nato dal desiderio di immortalare su seta la bellezza di
un fenomeno naturale più unico che raro. Fiori dai mille colori da fine Maggio a metà Luglio
tingono la monotonia cromatica del pascolo del Pian Grande, un quadro che la natura, si diverte
ogni anno a colorare con la sua inconfondibile creatività. L’Italia è uno scrigno di bellezze e noi
italiani siamo i primi a goderne e a farci ispirare, la bellezza diventa ricerca dell’eccellenza e
soprattutto l’occasione di esprimere un’emozione. Il Foulard “Le fioriture di Castelluccio” è stato
creato come simbolo di rinascita, per far si che questi meravigliosi luoghi tornino a vivere e ad
essere frequentati dal turismo.