Quando la convivente usciva di casa, per la figlia della donna, una bimba di 9 anni, iniziava l’incubo. Con l’accusa di violenza sessuale aggravata e continuata, il gup Massimiliano Rainieri ha condannato un 46enne sanremese a 7 anni di carcere ed a 30 mila euro di risarcimento. La storia di abusi risale all’inizio del 2015. Come scrive Paolo Isaia sul “Secolo XIX” le indagini erano scattate dopo la denuncia della madre. La figlia scoppiava spesso a piangere senza ragione e alla fine la donna era riuscita a farsi raccontare tutto.