Carlo Iachino

Nell’incontro pubblico tra maggioranza e opposizione tenutosi sabato scorso a Ventimiglia il Vice-Sindaco Sciandra ha promesso una valorizzazione del mercato coperto e dell’agricoltura locale attraverso la cosiddetta “filiera corta”, in sostanza lo smercio di prodotti del territorio che giovi all’economia e alla stessa identità cittadina.
Non può che trovarci d’accordo, ovviamente. Ma come si concilia tutto questo con il permettere l’apertura della Coop nella zona di Nervia? Come si giustifica se non come una scelta ideologica di stampo chiaramente neo-liberista, che privilegia la grande distribuzione e che punta a prezzi bassi tramite bassi costi di produzione, propri di alimenti industriali che con il territorio oggettivamente non hanno molto a che fare?
Insomma, come abbiamo detto sabato scorso abbiamo l’impressione che questa giunta operi per “spot”, del tutto priva com’è di una visione e di un progetto organico di governo della città.

Carlo Iachino
Consigliere Comunale di PROGETTO VENTIMIGLIA