“Capelli lunghi biondi, occhi azzurri come il mare, sguardo dolce che nasconde una grande determinazione per intraprendere un cammino difficile”: così viene descritta in poche parole Francesca Parise da chi le vuole bene e sta seguendo il suo percorso nello sport che ama: la pallavolo. Classe 2001, come tante bambine sue coetanee inizia col minivolley nella Nuova Lega Pallavolo Sanremo, la Società che nel tempo ha saputo regalare i migliori talenti dell’estremo ponente ligure alla pallavolo di medio e alto livello; prima soddisfazione agonistica già nel 2015 grazie alla conquista, insieme alle giovanissime compagne biancazzurre, del titolo provinciale imperiese under 14: un antipasto per un “crescendo” che l’ha portata la passata stagione prima a ben figurare tra le fila della formazione genovese del Vallestura per poi essere selezionata nella rappresentativa regionale ligure che ha partecipato la scorsa estate al Trofeo delle Regioni, la manifestazione giovanile di maggior prestigio della pallavolo nazionale. Il cammino è proseguito quest’anno col trasferimento in Piemonte dove provare ad inseguire, da sola e in età così giovane, un sogno: giocare in una categoria impegnativa per incontrare le atlete che ce l’hanno fatta e imparare da loro i “trucchi del mestiere”.
Chieri è una cittadina che detiene un’ottima tradizione pallavolistica, con il settore giovanile dell’In Volley che ad oggi ha conquistato una cinquantina di titoli provinciali. All’inizio della stagione per Francesca l’ansia di non riuscire, la difficoltà delle novità: la scuola, la famiglia lontana e le nuove compagne di squadra; lentamente però entra nel sistema, acquista sicurezza e conosce meravigliose persone che l’aiutano a sentirsi a casa. Così arriva la conquista del primo obiettivo: la vittoria del titolo provinciale torinese dell’under16 e il premio individuale di miglior attaccante. Ora con gli obiettivi si tenta di alzare l’asticella: il titolo regionale, magari i nazionali, oltretutto i modelli che a Francesca piace avere come punti di riferimento sono proprio altri due giovanissimi talenti italiani come Paola Egonu e Cristina Chirichella…
Francesca Parise con sé porta un pò del nostro mare nel grande Piemonte, nel percorrere questa strada è difficile rinunciare a vedere gli amici e coltivare gli affetti, ma i sacrifici vanno fatti per ottenere soddisfazioni: questo è quello pensano anche mamma Monica e papà Patrizio nel sostenere la propria ragazza, non da meno l’affetto degli amici trai quali non manca certamente quello di tutta la NLP Sanremo: la “madrina” che l’ha tenuta orgogliosamente a battesimo sotto rete.
Luigi Morganella