Il 22 aprile alle ore 11 nella sala conferenze del castello Doria di Dolceacqua è in programma la presentazione del libro di Lorenzo Vacca “Arcuentu”. Sono previsti canti della giovane soprano Jennifer Ciurez, così come l’intervento di Sonia Bruzzese, referente alla biblioteca civica per conto del Centro Culturale e Ricreativo di Dolceacqua.
Lorenzo Vacca è nato a Sanremo il 04 Ottobre 1993, ed ha sempre vissuto a Ospedaletti, ma sempre fiero della mia discendenza Sarda. Fin dalle elementari ha amato scrivere, dote che è stata ravvivata dalla maestra di allora. In seguito ha frequentato il Liceo Classico di Ventimiglia. Terminato gli studi, nel 2013, ha svolto la mansione di guardia giurata. Questo lavoro, al contrario di altri, è stato per lui il più pesante. Durante una notte di guardia ad un porto, ha avuto l’idea di scrivere un libro, che narrasse delle origini mitologiche di una terra, la Sardegna, ma al contempo descrivesse anche la Liguria, la sua terra natia. Così è nato Arcuentu.
Darathos, l’Oscuro Signore, è tornato alla vita. L’unione druido-spiritica è stata compiuta, l’esistenza del suo unico figlio sacrificata. Il dominio sul Regno Terreno attende il detentore di perfidia, ma il suo volere non è ancora compiuto.
Un oracolo decreta la sua fine per mano di due giovani, Enoch e Levia, provenienti da un piccolo villaggio sottomesso da Belsebo, figlio di Darathos.
Un lungo viaggio attraverso terre selvagge e le Grandi acque salate; un Ramingo Forestiero, la cui vera origine è ancora velata, protegge e accompagna i due prescelti nelle numerose insidie incontrate. Numerose battaglie, creature e artifizi vengono scagliati contro di loro; un viaggio nel temuto, ma allo stesso tempo bramato Regno dell’Oblio li attende. Infine, l’approdo su un’isola, Icnousa, teatro della battaglia finale.