Strade finalmente non più rappezzate disordinatamente: questo è il sogno di tutte le amministrazioni. Ma, per i cittadini di Riva Ligure, il sogno potrebbe presto trasformarsi presto nella realtà.
Il Consiglio Comunale, su proposta della Giunta capitanata dal Sindaco Giuffra, ha approvato il nuovo regolamento per la tutela delle strade e delle aree pubbliche. Si tratta delle direttive per il ripristino degli asfalti dopo i lavori di scavo, posa in opera da parte di privati di cavi e tubazioni. La priorità è chiara: garantire il decoro e la sicurezza, ponendo fine a rattoppi che rendono le strade veri e propri campi di battaglia, tra dossi, avvallamenti e sconnessioni di ogni sorta, che lasciano trasparire poca manutenzione e rendono assai pericolosa la percorrenza, specie per le due ruote. In sintesi, non sarà più sufficiente tappare la singola buca, ma l’estensione della riparazione dovrà essere non inferiore a tre volte la larghezza dello scavo eseguito e, per le strade fino a 3 metri di larghezza, il manto di usura dovrà essere rifatto completamente.
“Opera dopo opera – commenta il Sindaco Giorgio Giuffra – contiamo di avere sempre più strade in ordine, evitando che i costi vadano a pesare esclusivamente sulle casse comunali.”
Un’altra importante novità del regolamento appena approvato riguarda il ripristino delle pavimentazioni speciali e diverse. Cubetti di porfido, masselli, lastre, guide, cordoni ed autobloccanti dovranno essere rimossi esclusivamente a mano ed accuratamente accatastati in prossimità dello scavo in posizione tale da non ostacolare il transito anche solo pedonale. Nel caso di rottura o danneggiamento dei materiali, gli stessi dovranno essere sostituiti con altri di identiche caratteristiche e fattura.
“Abbiamo previsto – prosegue Giuffra – garanzie particolari per quelle zone dotate di pavimentazioni di pregio. L’Amministrazione non è un bancomat, al quale attingere per lavori effettuati in spregio al buon senso. Confidiamo nella collaborazione delle imprese interessate per porre fine a situazioni che nulla hanno a vedere con il decoro e la sicurezza.”
A garanzia dell’adempimento degli obblighi derivanti dal nuovo regolamento, le imprese interessate dovranno versare un’apposita cauzione che sarà restituita solo dopo che l’Ufficio Tecnico abbia constatato la perfetta esecuzione dei lavori e previo eventuale prelevamento di tutte le spese che la Civica Amministrazione avesse dovuto sostenere per danni, esecuzioni d’ufficio e penalità.
Il Comune, nel 2016, aveva messo in campo un piano asfalti piuttosto significativo, investendo oltre 200.000 euro per circa 10.000 mq di interventi che hanno interessato la maggior parte delle strade cittadine.
“L’obiettivo che la Civica Amministrazione si pone – conclude il Sindaco -, con l’approvazione di questo regolamento, è di non vanificare gli interventi effettuati e che effettueremo per ridurre notevolmente i rischi di pericolose cadute e di gravi incidenti, nonché per ripristinare le situazioni che alterano il decoro urbano e che partecipano allo scadimento della qualità della vita.”