Grande successo di pubblico ieri a San Bartolomeo al Mare per il romanzo epico “Ciapa Scioira” (curatore Gianni Cascone, Giraldi Editore, 2016, pag. 474) e il Collettivo Banchéro a “Il tea con l’autore, scrittori della nostra terra”, la rassegna che promuove gli autori locali, organizzata dal vice Sindaco e Assessore alla Cultura del Comune di San Bartolomeo al Mare, Maria Giacinta Neglia, con la collaborazione del Centro sociale Incontro, della libreria “Libri al Mare-Assolibro” di Imperia e della giornalista e scrittrice Viviana Emilia Spada.

Il Collettivo Banchéro (Roberta Andreetto, Marco Barberis, Cathia Bosio, Leanna Mazzon, Emanuela Meconcelli, Beppe Rabezzana, Carmen Ramò, Graziella Vigilanti de Vita) è uno dei frutti di numerosi anni di studio e di lavoro del Teatro del Banchéro di Taggia, l’Associazione che promuove la diffusione culturale nel ponente ligure da oltre 20 anni con corsi di teatro per adulti, ragazzi e bambini, con stage a cui partecipano professionisti di livello internazionale e con laboratori culturali di varia natura. Marco Barberis, presidente dell’Associazione culturale Teatro del Banchéro, ha presentato il romanzo con l’aiuto di filmati, interviste e letture.

Ciapa Scioira (pietra liscia in dialetto ligure http://www.teatrodelbanchero.it/scrittura/ciapa-scioira-romanzo/) è un romanzo epico ambientato nel ponente ligure tra il 1944 e il 1945, e si protende, con un salto di vent’anni, fino agli anni ’60, a seguire l’esito dei suoi protagonisti. La guerra mondiale fa da sfondo alle vicende di personaggi presi dalla vita comune, gente che attraversa la tragedia bellica come può o come sceglie: ci sono gli ‘eroi’, che si impegnano per la collettività schierandosi contro l’occupazione nazista; ci sono gli egoisti che continuano a truffare approfittando del clima tempestoso o che fuggono dalla guerra emigrando; ci sono le vittime; ci sono le ‘signore’. Qualcuno sopravvivrà alla guerra, qualcuno no, tutti ne resteranno segnati. Ciapa Scioira è un affresco di piccole storie, sullo sfondo della grande Storia, un omaggio alla memoria che si sedimenta sulle pietre delle case, mentre mani infaticabili cercano di cancellare lo sporco e il sangue dalla memoria comune. Ciapa Scioira è il secondo romanzo del Collettivo Banchéro.

La rassegna verrà chiusa il 4 maggio da Viviana Spada che presenterà la guida turistica “Cervo e San Bartolomeo”.

Programma:
Giovedí 19 gennaio (ore 16.30)
Romano Lupi – Riccardo Mandelli
“Il libro nero del Festival di Sanremo”
(Collana Odoya Library)

Giovedí 26 gennaio (ore 16.30)
Nerina Neri Battistin
“Il destino di Adele”
(Antea Edizioni)

Giovedí 9 febbraio (ore 16.30)
Graziano Consiglieri
“Il tesoro dei Catari. La saga della Volpe Bianca”
(Ed. Araba Fenice)

Giovedí 23 febbraio (ore 16.30)
Giorgio Bracco – Maurizio Vezzaro
“Imperia segreta”
(Historica Edizioni)

Giovedí 9 marzo (ore 16.30)
Cristina Rava
“Quando finiscono le ombre”
(Garzanti Libri)

Giovedí 23 marzo (ore 16.30)
Daniela Bencardino
“Una sola lettera”
(Antea Edizioni)

Giovedí 6 aprile (ore 16.30)