“Le ferrovie ad oggi non sono minimamente competitive con il trasporto su gomma. Agire per un miglioramento del trasporto ferroviario è doveroso, ma anche qui, nell’immediato, sfruttando le possibilità offerte dalla liberalizzazione dei collegamenti via bus, capire come incoraggiare le nuove compagnie cosiddette “low cost” ad effettuare linee dirette con Genova, Milano, Torino e Nizza, in special modo per quest’ultima con l’aeroporto, e naturalmente con orari e calendari pensati innanzitutto per portare qui turisti più che i nostri concittadini verso quelle destinazioni. E tutto questo naturalmente senza dimenticare le difficoltà che quotidianamente incontrano i nostri lavoratori transfrontalieri nel recarsi con puntualità presso i propri uffici, commerci o fabbriche”.
Questo è quanto scrivevamo nel nostro documento congressuale del novembre 2015 (!), ragionando sulla necessità di prendere contatto con tali compagnie da parte del Comune e con largo anticipo sulla notizia del loro sbarco ad Imperia e Sanremo. Si conferma oggi la marginalità di Ventimiglia e la mancanza di capacità di visione ampia da parte della Giunta, tale da rendere vani pur apprezzabili sforzi che senza un adeguato lavoro di immagine e di accessibilità, appunto, rischiano di restare dei meri “spot”.
Carlo Iachino
Consigliere Comunale di PROGETTO VENTIMIGLIA