Grande partecipazione questa mattina a Sanremo, in occasione della quarta edizione la “Festa del Mare”, all’incontro dedicato alle opportunità lavorative legate al mare. L’appuntamento ha visto la partecipazione degli studenti degli Istituti Marconi e Colombo.
L’obiettivo era quello di avvicinare i ragazzi ai mestieri del mare, in questo caso la nautica, un settore importante che può dare sbocchi occupazionali nelle sue diverse mansioni, anche con l’ottica di avviare percorsi di alternanza scuola-lavoro alternanza presso le aziende del comparto.
L’incontro ha infatti visto la partecipazione di esperti come Valdenassi, rappresentante dell’UCINA, aziende primarie come Mansueto Group, Cantiere Marina degli Aregai, Zaoli Sails, Gruppo Cozzi Parodi, Marine Electric.
La “Festa del Mare” è organizzata dallo Yacht Club Sanremo e dal Comune (Assessorato al turismo, cultura e manifestazioni) con la partecipazione del Circolo Velico Capoverde e della Confartigianato.
“Quello di oggi è stato un incontro sicuramente positivo – ha commentato per lo Yacht Club Sanremo Umberto Zocca – I ragazzi presenti si sono dimostrati molto interessati dagli argomenti trattati. E’ un’iniziativa in futuro da ripetere e sviluppare ulteriormente, per far capire ai giovani cosa si possano aspettare dal mondo del lavoro legato al mare in tutti i suoi aspetti. La collaborazione con la Confartigianato e con il Comune è stata ottima ed ha dato i frutti sperati. Queste sinergie sono vincenti, perché dal lavoro congiunto si possono creare situazioni proficue”.
Per la Confartigianato è intervenuta Elisabetta Rizzi che ha trattato il tema della contrattualistica, illustrando agli studenti le tipologie dei vari contratti, e le opportunità derivanti da Garanzia Giovani e dalle formule del tirocinio e dall’apprendistato.
L’incontro ha visto anche la presenza dell’assessore al turismo di Sanremo Daniela Cassini e dei rappresentanti della Capitaneria di Porto. La manifestazione ora proseguirà con i suoi vari appuntamenti di tipo sportivo, culturale e gastronomico.