Il Comitato “Dalla Nostra Parte” il giorno dopo il Consiglio Provinciale sull’Immigrazione tenutosi in Prefettura,chiede che il Sindaco, visto la sua volonta’ dichiarata di liberare un intero quartiere dalla situazione “selvaggia” in ciu vivono gli abitanti,che venga immediatamente ripristinata l’ordinanza di divieto di somministrazione dei cibi e bevande per la citta’ e mettere fine a questo spettacolo indegno e vergognoso per la citta’ e gli immigrati. Chiediamo, inoltre, come già sottolineato al Prefetto,che il Parco Roja, definiti i numeri ben precisi di accoglienza, rimanga l’unica struttura esistente per alleggerire i flussi degli immigrati che intendono raggiungere la Francia, e attrezzarla per accogliere gli eventuali minori.
Un ulteriore strategia per far respirare la nostra citta’ e crediamo dall’inizio sia l’unica,e’ quella di bloccare i flussi degli irregolari che tentano di raggiungere il confine,in particolare sui treni.E’ solo una questione di volonta’ politica, dimostrazione e’ il blocco degli sbarchi in Sicilia per il G7 di Taormina.Anche a Ventimiglia oggi ci sono gravi rischi igienico-sanitari per i cittadini visto l’arrivo di temperature piu calde e gli equilibri sociali sono sempre piu’ tesi.Aspettiamo per la prossima settimana la composizione del Tavolo con Prefetto,Questore Sindaco e Associazioni impegnate nell’ accoglienza,s empre che qualcuno che non “tema” questo confronto.